Home page 
men  
pagina 1 
 
Modi di dire di nstar vc  
 
 
 
1 - Ghe pus trpul che rtt. 
Ci sono pi trappole che topi. 
Ci sono pi persone disoneste che oneste, pronte a mettere le trappole per farti fare la fine del topo. 
 
2 - Hai man tegn a p e pestt. 
Mi hanno tenuto a pane e pesciolini. 
Mi hanno tenuto sotto controllo. 
 
3 - Adss te cap 'l gir dal fm. 
Adesso hai capito il giro del fumo. 
Adesso hai capito come vanno le cose. 
 
4 - Al ga ul pel in sl stmigh. 
Ha il pelo sullo stomaco. 
Quando uno disonesto e non ha piet di nessuno. 
 
5 - Tra s 'l quadrll e va in lcc. 
Prendi il mattone e vai a letto. 
Detto a qualcuno che poco furbo o si fa fregare da uno che ha il pelo sullo stomaco . 
 
6 - Al csta 'n cc dal c. 
Costa un occhio della testa. 
Non comprarlo perch troppo caro e per pagarlo ti costerebbe una fortuna, appunto un occhio. 
 
7 - Metm ngar s bianch. 
Mettiamo nero su bianco. 
Per essere sicuri di una certa vendita o acquisto, facciamo uno scritto davanti a un notaio. 
 
8 - A ten ctat p da ratt. 
Non ne prendi pi di topi. 
Detto a uno poco sveglio, che invece di comperare qualcosa al suo prezzo o a meno, lo paga addirittura il doppio. 
 
9 - L mei 'n v in ch che na galna dum. 
meglio un uovo oggi che una gallina domani. 
Se oggi ti offrono solo un uovo da mangiare accettalo, non aspettare la gallina domani, potresti morire di fame. 
 
10 - Te vur la carne m rspa ' i ss. 
Hai voluto la carne adesso rosicchia le ossa. 
Detto a qualcuno che ha preteso la roba pi bella degli altri e adesso si trova in difficolt perch non la sa gestire. 
 
11 - L mei vs ul padr di burd, ptst che ul servitr di salam. 
E meglio essere il padrone delle rape, che il servitore dei salami. 
meglio essere proprietario delle rape che servo di gente ignorante. 
 
12 - L mei sta l mnd a tribul, che mur cuntnt. 
meglio stare al mondo a tribolare che morire contenti. 
meglio vivere tribolati che morire contenti. 
 
13 - A vgn ps da un scir tacgn, che da un puartt andnt. 
Si ottiene di pi da un signore avaro, che da un povero generoso. 
Da un amico ricco qualche vantaggio puoi averlo, ma da un povero generoso pi difficile. 
 
14 - In mnu se a tula mei sa mangia. 
In meno si a tavola e meglio si mangia.  
Pochi a tavola mangiano meglio. 
 
15 - Chi car sa tegn, car sa vend. 
Chi caro si tiene, caro si vende. 
Chi ha unalta considerazione di s pretende molto. 
 
16 - Bisgna mrs segnd i nstar frz. 
Bisogna misurarsi secondo le nostre forze. 
Si deve agire secondo le proprie capacit. 
 
17 - Bisgna fa l pas segnd la gamba. 
Bisogna fare il passo secondo la gamba. 
Bisogna fare le cose secondo le nostre possibilit. 
 
18 - Bisgna stagh atent cun chi sa parla. 
Bisogna stare attenti con chi si parla. 
Bisogna valutare bene con chi ci si confida. 
 
19 - Var ps n am vecc che cent parnt. 
Vale di pi un vecchio amico che cento parenti. 
pi importante lamicizia che la parentela.  
 
20 - Chi ga na trpp, da p na vrara. 
Chi ha troppo, vorrebbe avere ancora di pi. 
Chi pi ha, pi vorrebbe. 
 
21 - Ognid al ga da fa a la s manra. 
Ognuno deve fare a modo suo. 
Ognuno deve agire come crede. 
 
22 - La rba par vs as la dev vanzs. 
La roba per bastare deve essere abbondante. 
La roba ( la merce ) per essere sufficiente deve essere abbondante, deve avanzare. 
 
23 - Var da p un b nm, che tcc i dan dal mund. 
Vale di pi un buon nome, che tutti i soldi del mondo. 
meglio essere onesti che essere solo ricchi. 
 
24 - Chi nas bll, nas furtun. 
Chi nasce bello, nasce fortunato. 
Chi nasce bello anche fortunato. La bellezza anche una fortuna. 
 
25 - L mei un b at, che cent parr. 
meglio un buon aiuto che cento pareri. 
meglio un aiuto che cento consigli inutili. 
 
26 - I am e l v i gan da vs vecc. 
Gli amici e il vino devono essere vecchi. 
Gli amici nuovi e il vino giovane bisogna conoscerli bene. 
 
27 - Ul Signr al ga i m lngh. 
Il Signore ha le mani lunghe. 
Il Signore Iddio arriva ovunque. 
 
28 - Qundu la rba l bna la va via prest. 
Quando la roba buona va via presto. 
Quando la merce d'ottima qualit si vende subito. 
 
29 - A carnevl ogni schrz al var. 
A carnevale ogni scherzo vale. 
A carnevale si possono fare tutti gli scherzi ( leciti ). 
 
30 - Chi prumtt trpp, al mantgn nagt. 
Chi promette troppo, non mantiene niente. 
Chi promette a tutti (come i politici. ), non manterr mai niente. 
 
31 - L ps l fum che l rst. 
pi il fumo che larrosto. 
Detto a uno che parla troppo e non combina nulla. 
 
32 - In ca ghe b tuc . 
In casa tutto buono. 
In famiglia tutto buono, o tutto va bene. 
 
33 - Ogni porta ga l s batir. 
Ogni porta ha il proprio battaglio. 
Ogni famiglia ha i propri guai. 
 
34 - Ul diul al fa i caldr, ma l sa ricorda mai da fa i curc. 
Il diavolo fa le pentole, ma non si ricorda mai di fare i coperchi. 
Chi fa il furbo, (magari rubacchiando) alla fine sar scoperto. 
 
35 - Senza un p da furtna sa fa nagtt. 
Senza un poco di fortuna non si fa niente. 
Se nella vita non hai fortuna, non riuscirai mai a combinare nulla di buono. 
 
36 - M frcc cr cald. 
Mani fredde cuore caldo. 
Chi ha le mani fredde di cuore buono. 
 
37 - La pascinza l la virt di Sant. 
La pazienza la virt dei Santi. 
Chi ha tanta pazienza da paragonare ad un Santo, (dal detto Santa pazienza ).  
 
38 - Cun i cania ghe smpar da prd. 
Con i cattivi c sempre da perdere. 
Con i cattivi non si vince mai. 
 
39 - Lerba bna la fa i fincc. 
Lerba buona fa i finocchi. 
Dal buono nasce il buono. 
 
40 - Chi va trpp in s al 'ris- cia da burlagi. 
Chi va troppo in su rischia di cadere. 
Chi nella vita si arricchisce troppo (in modo esagerato), prima o poi cadr nella miseria. 
 
41 - Bisogna sav prd par guadagn. 
Bisogna saper perdere per guadagnare. 
A volte nella vita bisogna sapere perdere per poi riguadagnare con maggior profitto. 
 
42 - La fam la fa tsc. (o tc
La fame fa tutto. 
Per la fame si possono commettere delle azioni terribili. 
 
43 - Fin che la va la ga i gmb. 
Fin che va ha le gambe. 
Fin che va bene cos non cambiamo niente. 
 
44 - Tcc ai gan ul s dbul. 
Tutti hanno il proprio debole. 
Tutte le persone, anche gli invincibili, hanno il proprio punto debole. 
 
45 - A chi ta la fa, fgala. 
A chi te la fa, fagliela. 
Se qualcuno ti fa un dispetto, ripagalo con la stessa moneta. 
 
46 - La rba a b merc al manda lm alluspedl. 
La roba a buon mercato manda luomo allospedale. 
La roba a basso prezzo fa impoverire. 
 
47 - I dan ai psan dapartt
I soldi passano dappertutto. 
Con i soldi si corrompono tutte le persone. 
 
48 - I btt gha pian no nnca ai c. 
Le botte non piacciono neanche ai cani. 
A nessuno piace essere picchiato, neanche ai cani. 
 
49 - L b vst cum 'n c in ga. 
ben visto come un cane in chiesa. 
Non piace a nessuno ed malvisto come un cane in chiesa. 
 
50 - La libert e p p. 
La libert e poi pi. 
La libert impagabile. 
 
51 - Par sudisf 'n pett sa gurda no a spnd. 
Per soddisfare un capriccio non si bada alla spesa. 
Per togliersi una voglia non si guarda a ci che costa. 
 
52 - In di afri bisgna riv prim, se n sa prd. 
Negli affari bisogna essere primi, altrimenti si perde. 
Gli affari migliori li fa chi arriva primo, altrimenti si perde loccasione. 
 
53 - A st mnd ghe chi va in s e chi va in gi. 
A questo mondo c chi va in su e chi va in gi. 
La fortuna alterna, c chi sale e chi scende. 
 
54 - Dpu ul m, sa fa la lgg. 
Dopo il male, si fa la legge. 
Quando succede qualche disastro allora si ricorre ad una legge, intanto per il male fatto. 
 
55 - L mei vs invidi che cumpat. 
E meglio essere invidiati che commiserati. 
meglio avere tanti soldi, cos che la gente ti invidia, piuttosto che essere poverissimi ed essere commiserati. 
 
56 - I bui i gn i gmb crt. 
Le bugie hanno le gambe corte. 
Quando uno racconta bugie, poi si scopre sempre la verit. 
 
57 - Chi va cl zp imprnd a zupeg. 
Chi va con uno zoppo impara a zoppicare 
Se frequenti una compagnia di disonesti, diventerai come loro. 
 
58 - Ogn l padr da pens cma l vr. 
Ognuno padrone di pensare come vuole. 
Ogni uomo libero di pensare a modo suo (pur sbagliando). 
 
59 - A st mnd se mai fin d'impar. 
A questo mondo non si finisce mai di imparare. 
A questo mondo non si mai imparato abbastanza. 
 
60 - Bi o brt sa span tt. 
Belli o brutti si sposano tutti. 
A volte per forza o per amore ci si deve accontentare di chi si puo sposare. 
 
61 - L mia bl qul ca ghe bll, ma ghe bll quel ca ta pi. 
Non bello quello che bello, ma bello quello che piace. 
Quando uno compera una cosa che gli piace, ci sono sempre altre persone a cui invece non piace. 
 
62 - Ul vrs da lan al riva n in ciel. 
Il raglio dellasino non arriva in cielo. 
I discorsi degli sciocchi non devono essere ascoltati. 
 
63 - Chi sa mglia sa esalta. 
Chi si umilia si esalta. 
Chi si umilia attira simpatia. 
 
64 - Bca serava a pasa mia msch. 
Bocca chiusa non passano mosche. 
Chi non chiede non ottiene. 
 
65 - Cinghi in p, ma rs. 
Cinque centesimi in pi, ma rosso. 
Val la pena di spendere qualcosa in pi, ma avere la cosa bella ; il rosso considerato il colore pi bello. 
 
66 - Lignurnt al duara evit i giudizi. 
Lignorante dovrebbe evitare i giudizi. 
Quando uno ignorante si dovrebbe astenere da certi giudizi. 
 
67 - Qundu ai snan bisogna bal. 
Quando suonano bisogna ballare. 
Bisogna sempre adattarsi alle circostanze. 
 
68 - La suprbia l bna par nis. 
La superbia non buona per nessuno. 
La superbia antipatica a tutti. 
 
69 - La sprbia l la mma dallignuranza. 
La superbia la mamma dellignoranza. 
Chi superbo anche ignorante. 
 
70 - Tcc i vdan i diftt di ltar, i s ia vdan mai. 
Tutti vedono i difetti degli altri, i propri non li vedono mai. 
Prima di guardare i difetti degli altri, sarebbe opportuno guardare i nostri. 
 
71 - Fin qun ghe l fid ghe vita. 
Fino a quando c fiato c vita. 
Fino a quando c vita c speranza. 
 
72 - La verit la vgn smpar a gla. 
La verit viene sempre a galla. 
Prima o poi si scopre sempre la verit. 
 
73 - Nis a nas mastar. 
Nessuno nasce maestro. 
Non criticare un principiante, anche tu non sei nato maestro. 
 
74 - A la verit sa p mia rispnd. 
Alla verit non si pu rispondere. 
Quando uno dice la verit inutile controbattere. 
 
75 - La verit l na sola, tt ul rst in bl da p. 
La verit solo una, tutto il resto sono balle in pi. 
Solo uno dice la verit, tutti gli altri hanno raccontato bugie. 
 
76 - Rispta sa te vrat vs rispet. 
Rispetta se vuoi essere rispettato. 
Se vuoi il rispetto degli altri, devi prima rispettarli tu. 
 
77 - In du ga ne 'gan va. 
Dove ce ne sono ne vanno. 
Dove c ricchezza si aggiunge ricchezza. 
 
78 - Un purscl licrd al vegn mai grass. 
Un maiale delicato non diventa mai grasso. 
Il maiale, se gli si danno cibi delicati, non singrassa. 
 
79 - La rba di ltar l smpar ps bna. 
La roba degli altri sempre pi buona. 
La roba degli altri ( es. la moglie ) sempre migliore. 
 
80 - Cun ps sa gurda, sa vd mai a s. 
Pi si guarda, non si vede mai abbastanza. 
Non si guarda mai abbastanza, qualche cosa sfugge sempre. 
 
81 - I viamnt fai in temp i bi innz. 
Gli avvisi fatti in tempo sono bene avanti. 
Un avvertimento un grande vantaggio. 
 
82 - Vtas che l Signr ta vta. 
Aiutati che il Signore ti aiuta. 
Aiutati da solo se puoi, non sperare negli altri. 
 
83 - Tcc i rgul gan la s ecezi. 
Tutte le regole hanno la loro eccezione. 
Ogni regola ha sempre la sua scappatoia. 
 
84 - La speranza l ul p di par. 
La speranza il pane dei poveri. 
La speranza lultima cosa che rimane ai poveri. 
 
85 - Cn la frza sa g smpar ra. 
Con la forza si ha sempre ragione. 
Quando un prepotente usa la forza crede di avere sempre ragione. 
 
86 - Ogni m l fai a la s manra. 
Ogni uomo fatto alla propria maniera. 
Ogni uomo ha la propria personalit. 
 
87 - A parl pch sa sbaglia mai. 
A parlare poco non si sbaglia mai. 
Meno si parla meno si sbaglia. 
 
88 - La parla l dargent, ma 'l tas l' dr. 
La parola dargento ma il silenzio doro. 
Parlare bello ma a volte bisogna saper tacere. 
 
89 - Cn i sperir bisogna smpar sbas l c. 
Con i superiori bisogna sempre abbassare la testa. 
Ai superiori bisogna sempre ubbidire. 
 
90 - Un b buc al csta car. 
Un buon boccone costa caro. 
Si deve pagare per avere qualcosa che vale. 
 
91 - La stma la sa prd in dn mumnt. 
La stima si perde in un momento. 
Lonore o la stima si possono perdere in un attimo. 
 
92 - La paja vi al fg la bra. 
La paglia vicino al fuoco brucia. 
Si pu intendere cos: non lasciare una donna sola con un uomo. 
 
93 - Chi vr trpp, al cipa nint. 
Chi vuole troppo, non prende niente. 
Chi pretende troppo a volte non ottiene niente. 
 
94 - Cul tmp e la pia a mara nca i nspul. 
Col tempo e la paglia maturano anche le nespole. 
Bisogna avere pazienza, e tutto si aggiuster. 
 
95 - Ul tmp l mdich. 
Il tempo medico. 
Il tempo guarisce. 
 
96 - Cnt ul tmp sa gista ttt. 
Con il tempo si aggiusta tutto. 
Il tempo mette a posto tutto, anche i vecchi rancori. 
 
97 - Jimpustr ai tran cazt lunt 'cen mtar. 
Gli impostori attirano cazzotti anche lontano cento metri. 
Gli impostori attirano schiaffi appena li vedi anche da lontano. 
 
98 - I mist fai par frza ai vran una svrza. 
I lavori fatti per forza non valgono niente. 
Quando fai un lavoro per forza, riesce sempre male, dunque inutile farlo. 
 
99 - Bigna ricugns i prpi dift e cumpat qu di ltar. 
Bisogna riconoscere i propri difetti e compatire quelli degli altri. 
Prima di criticare una persona guardiamo i nostri difetti. 
 
100 - Ul mnd l bll parch l vari. 
Il mondo bello perch vario. 
Quando uno fa una stramberia ( fuori dal normale ) si dice appunto che al mondo ci sono vari tipi di persone. 
 
101 - L'l in gbia, al cnta par la rbia. 
L'uccello nella gabbia canta per la rabbia. 
Si dice a un invidioso che vuole denigrare una persona. 
 
102 - Ch a 'l ustera giga a dan, 'l sa mngia la c e p 'l gran. 
Chi all'osteria gioca a soldi, si mangia la casa e poi il granaio. 
La morale: chi gioca d'azzardo non vince mai e si rovina. 
 
103 - Qul ca sa fa mia da giin, sa vrara fal da vc. 
Quello che non si fa da giovani, si vorrebbe farlo da vecchi. 
Dicono che quando si invecchia si diventa bambini. 
 
104 - Gh smpar chi gh prnt a imprestt l'umbrla qun gh f' 'l s. 
C' sempre chi pronto a prestarti l'ombrello quando c' il sole. 
Nel momento del bisogno non pu nessuno, dopo, tutti si offrono: "me lo potevi dire" 
 
105 - Pnscia pina pnsa no a qula via. 
Pancia piena, non pensa aquella vuota. 
Quando una persona non gli manca nulla, non pensa ai poveri diavoli che non hanno niete da mangiare. 
 
106 - Sck vi al st mnga in p. 
Sacco vuoto non sta in piedi. 
Se non mangi diventi debole e no stai in piedi. 
 
107 - A vr ps 'n d da rip, che na mca in dl gs 
Vale di pi un giorno di riposo, che un panino nel gozzo. 
Quando sei stanchissimo meglio riposarsi che mangiare un panino. 
 
ritorna inizio pagina 
vai a pagina 2