Home page 
men  
 
 
Proverbi contadini mese per mese 
 
 
GENNAIO 
 
Ul p di pai, le sta ai fiuc dal me da ginr. 
(il pane dei contadini sotto alle nevicate del mese di gennaio) 
 
FEBBRAIO 
 
I vinttt di da febrr, mzz in dlz e mzz in mar. 
(i ventotto giorni di febbraio, mezzi sono dolci 
tiepidi e mezzi sono amari freddi ) 
A febrr, nca i gtt gn ul gatr. 
(a febbraio anche i gatti hanno il catarro) 
 
MARZO 
 
Mrz scc, gr a mcc. 
Se a marzo non piove ci sar tanto grano. 
Mrz l me da la baltrca,  
un di al piv un di al fica ; 
una girnva tra vent, 
al di adr al fa bl temp. 
(marzo un mese pazzerello un giorno piove e un giorno nevica ; un giorno tira vento e il giorno dopo fa bel tempo) 
 
APRILE 
 
Aprl gni gta l 'n barl. 
(aprile ogni goccia un barile) 
Aprl piuvnt, gr ridnt. 
(aprile piovoso grano rigoglioso) 
Aprl nnca un fil ; magg adi adi ; gign slrga 'l pgn. 
Aprile non ti scoprire ; maggio adagio adagio ; giugno allarga il pugno, ossia ti puoi liberare dei vestiti pesanti. 
 
MAGGIO 
 
Se mgg l cald, i cavalr sarn b. 
(se maggio caldo, i bachi da seta saranno buoni  
abbondanti ). 
Mgg urtul, tnta pja e pch gr. 
(maggio ortolano piovoso con tanta verdura , tanta paglia e poco grano)  
 
GIUGNO 
 
Gign la flcia in pgn. 
(Giugno la falce nel pugno: per la raccolta del grano) 
 
 
 
LUGLIO 
 
A li la tra la bi. 
(a luglio la terra bolle scotta ) 
Lj cn tanta tempsta, pca ga in da la csta. 
(luglio con tanta grandine far scarseggiare la produzione delluva) 
 
AGOSTO 
 
Agst lsat mia ciap in dal bsch. 
(agosto non farti sorprendere nel bosco pu piovere in un attimo violentemente ) 
Una piuva dagst la mza scmas e msch. 
(una pioggia dagosto spazza via cimici e mosche) 
Agst la tra la va rst. 
In agosto la terra talmente calda che brucia il raccolto. 
 
SETTEMBRE 
 
Sitmbar piuvnt, v da nint. 
(settembre piovoso, vino da niente sa di acqua ) 
A sitmbar acqua e lna, pai fungitt l na furtna. 
(a settembre acqua e luna, per i cercatori di funghi una fortuna) 
 
OTTOBRE 
 
A utbar ghe da raghi, castgn e fi. 
(a ottobre c da raccogliere castagne e foglie) 
 
NOVEMBRE 
 
Se a numbar al fa gi frc, in ginr ghe da sta in lc. 
(Se a novembre fa gi freddo, in gennaio c da stare a letto perch far freddissimo). 
 
M DA NUMBAR: 
 
Ricrdas di Snt e di mrt (1 e 2 novembre), vard che l' un grn cunfrt. (Ricordati dei Santi e i morti 1 e 2 novebre, guardate che un grande conforto). 
A San Mart (11 novembre), l'invrnu l' vi. (A San Martino 11 novembre l'inverno vicino). 
Pr San Mat tt ul mst a l' v, Per San Martino tutto il mosto vino. Il mosto il succo dell'uva non ancora fermentato: compiuta la fermentazione diviene vino. 
L'invnu a San Clement 12 novembre, al cscia un dnc. L'inverno a San Clemente mette un dente: L'inverno crescie, avanza. 
A Santa Caterina (25 novembre) o l' nv o l' brna. A Santa Caterina o neve o brina. Linverno ormai imminente col suo bianco mantello. 
A Sant Andrea al carega (30 novembre), mnta 'l frc s la cadrga. A San Andrea, il freddo monta in seggiola. Questo proverbio ha una doppia chiave di lettura; la prima : l'inverno si siede, e ci sta per un p. 
L'altra, che la chiave giusta: l'inverno sale in caddedra e tiene lezione, infatti la stagione oramai sua. 
Numbar l' ca, o sa pga l'aft o sa fa San Mart. Novembre Caino o si paga l'affitto o si fa San Martino. Sinificava traslocare, sgomberare. I contadiniche per quella data non potevano pagare l'affitto, dovevano 
lasciare liberi i locali. Da qu il detto: "Tr Sn Mart, un fg" (dopo tre traslocchi, i mobili erano oramai tanto rovinati che servivano solo per fare fuoco.  
Al d ul frc: se par Snt Andrea a vegni n, par Snt Ambr a falsi no. Dice il freddo: se per San Andrea non verr, per San Ambrogio non fallir. 
 
 
 
 
 
DICEMBRE 
 
A dicmbar fa i smm, ste ghe i debt se un catv m. 
(a dicembre fai le somme, se hai i debiti non sai amministrare) 
 
Trenta di 'l ga numbar, 
cun aprl gign e setmbar, 
da venttt a ga ne v, 
ttt 'i ltar ga nan trent. 
(trenta giorni ha novembre, 
con aprile giugno e settembre, 
di ventotto ce n uno, 
tutti gli altri ne hanno trentuno)